Introduzione – seconda parte

Che cos’è il lievito? Chiamiamolo ispirazione.

Nel dizionario De Mauro se ne legge questa definizione:

Potenza immaginativa, impulso che spinge alla creazione di un’opera dell’intelletto, specialmente artistica.

Potenza immaginativa…è un’espressione efficace, suggerisce la forza della mente nel ricreare sensazioni, situazioni, personaggi e storie.ideaHo volutamente usato il verbo “ricreare” perché credo che ogni brano scritto sia l’elaborazione di impressioni, pensieri, immagini presenti chissà da quanto tempo nella nostra mente.

Per esperienza personale sono convinta che non esista la scrittura immediata. Avete mai sentito dire di un autore che “scrive di getto”? Significa che siede alla scrivania, davanti al foglio bianco o allo schermo del computer, e i pensieri gli sgorgano dalla mente e si trasformano in parole, pronte a riversarsi sulla carta o nel file.

Di sicuro c’è questo momento felice, nel quale le parole vengono con grande facilità e quasi si stenta a seguirne il ritmo, a fermarle nero su bianco, ma tutto ciò è il risultato di una lunga maturazione, molte volte inconsapevole.

Vi propongo quindi una specie di “mappa”, con tracce da seguire per poter arrivare al “tesoro”, la storia compiuta in ogni suo aspetto.

(continua)

 

Annunci

Introduzione

impastareAvete mai osservato il processo di lievitazione della pasta che la mamma prepara per fare la pizza? Dopo aver messo l’impasto in una grossa ciotola lo ricopre con un telo umido, lasciandolo lì un paio d’ore o anche di più.

Lievitazione 1Se osservate attentamente la pasta, non vedrete nulla, ma ignoratela solo per un po’ di tempo e vi accorgerete che si fa sempre più gonfia , più soffice, più morbida.

Lievitazione 2Impossibile dire in quale momento tutto sia cominciato, eppure è successo.

Possiamo dire che accada ciò quando si scrive.

All’inizio c’è solo un abbozzo di idea, magari un insieme di situazioni e di personaggi che in qualche modo sentiamo legati da un filo; poi pian piano l’abbozzo si sviluppa, cresce, si articola fino a diventare un disegno sempre più preciso.

Tutte queste idee che abbiamo in testa devono tradursi in qualcosa di più concreto, ma come fare? Dove comincia il mestiere della scrittura?

“Mestiere”, è una parola che può sembrarvi inadatta, ma, se ci pensate un poco, vi accorgerete che non è poi così strana.

Come ogni mestiere, anche la scrittura ha i suoi “attrezzi”.

               Ci sono i più classici…                   …e c’è il più moderno:
          i block notes  e i quaderni                        il computer
  le penne, le matite e gli evidenziatori  

             
Ma le idee e i mezzi da soli non bastano, ci vuole il lievito, quel piccolo tocco senza il quale la pagina di quaderno  resterà bianca e il video del computer brillerà vuoto.

(continua)

Piccola guida per giovani scrittori

Si scrive per dono naturale o si può imparare a scrivere?penna
La questione è annosa e ancora dibattuta.
Il proliferare di scuole e di laboratori di scrittura fa propendere per la seconda ipotesi, ma indubbiamente serve un “qualcosa” dentro che faccia scattare la molla del desiderio di esprimersi.

quaderno,jpgNon ho intenzione di gettarmi nella questione, ma solo di basarmi sulla mia piccola esperienza personale e fornire quindi qualche suggerimento, spero utile, ai giovani lettori che hanno sentito scattare questa molla e magari non si decidono a tentare perchè non sanno da dove cominciare.
Ho chiamato questi appunti raccolti per voi “Piccola guida per giovani scrittori”  e ve li proporrò qui nei prossimi giorni.

Prossimi Articoli più recenti

The Victorianist: BAVS Postgraduates

British Association for Victorian Studies Postgraduate Pages, hosted by Danielle Dove (University of Surrey) and Heather Hind (University of Exeter)

Mammaoca

Fiabe integrali e poco altro. Si fa tutto per i bambini

La Fattoria dei Libri

di Flavio Troisi, scrittore e ghostwriter

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il cavaliere della rosa

Un blog orgogliosamente di nicchia: opera, ricordi e piccole manie di un improvvisato collezionista

BUTAC - Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Romanticism and Victorianism on the Net

Open access Journal devoted to British Nineteenth-Century Literature since 1996

giuseppecartablog

Tutto inizia sempre da adesso in poi

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Parole Infinite

Articoli, commenti, considerazioni su libri, film e molto altro. Una Community della parola.....

Mix&Match

Dalla provincia, con amore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

il blog di Gianmarco Veggetti

...SOTTO A CHI TOCCA...

In-Folio

Lettura Studio Editoria Traduzione

biblioragazzi

Biblioteche per ragazzi in Italia e nel mondo