Dopo Fiammetta, Valentina

Qui c’è l’incipit di “Il mistero dell’altopiano”.
Buon ascolto.

gatti%20e%20libri

Annunci

La Scozia dal vivo

Emilio Salgàri scrisse le sue avventure ambientate nei Caraibi, in Malesia e in India senza aver mai visto quei luoghi, ma solo documentandosi con grande precisione sui libri e sule riviste di viaggi nelle biblioteche.
A me è andata meglio perché all’inizio di ottobre con Giuseppe ho fatto un viaggio in Scozia, nei luoghi in cui ho ambientato “Il mistero dell’altopiano”.
Mi sono sbizzarrita a scattare un mare di foto con la macchinetta digitale e poi ne ho fatto una selezione da stampare e da portare in Sicilia ai miei piccoli amici della scuola di Caltabellotta, così anche loro potranno vedere ciò che hanno letto nel libro.
Abbiamo girato per la Scozia otto giorni e visitato anche altri posti che desideravo conoscere.
Nei prossimi giorni vi racconterò qualcosa.

DSCN5671_Loch MorarIl sole sul Loch Morar

L’ambientazione

Loch MorarLa Scozia mi è sempre piaciuta e decidere di ambientarvi la storia è stato un ottimo modo per scoprirla un po’ di più.
Ho consultato libri e guide turistiche, ma soprattutto mi sono servita di Internet per “visitare” i luoghi in cui avevo deciso di situare la vicenda.
Lo scenario dell’avventura è la zona del Loch Morar, con i vicini paesi di Arisaig e Mallaig e le circostanti highlands.
Qui realtà e fantasia si intrecciano, le tradizioni e la modernità convivono e non sarà facile per la vulcanica Valentina e per il razionale Edoardo venire a capo del mistero celato nella vecchia storia in cui si sono imbattuti.
La noiosa vacanza si trasformerà in un’avvincente caccia alla verità, che aiuterà i due ragazzi a superare le incomprensioni reciproche e a capire come la diversità di idee e di sentimenti aricchisca ed permetta di vedere le cose sotto una nuova luce.

Il mistero dell’altopiano

Il mistero dellSono passati circa dieci anni dalla pubblicazione di Fiammetta dei dipinti  e nella mia vita sono cambiate tante cose, ma non la passione per la lettura e per la scrittura.
Ho vari racconti nel cassetto e voglio tentare di nuovo l’avventura della pubblicazione.
Anche stavolta si tratta di un concorso di narrativa per ragazzi, lo bandisce ogni anno la Raffaello Editrice.
Decido di partecipare con due storie.
Sono a casa ammalata quando mi telefona un incaricato della casa editrice per comunicarmi che uno dei due racconti è stato scelto, è Il mistero dell’altopiano.
Tanta è la felicità che quasi non mi accorgo più di avere l’influenza!
Che bella soddisfazione vedere il mio libro nell’espositore, persino nella cartoleria del paese in cui vivo.
Che vi devo dire? Si vede che i concorsi letterari mi portano fortuna!