Della Balena

Un interessante post sulla figura del mostro nell’infanzia. Buona lettura

Annunci

Wonder

Miei cari lettori, è con grande piacere che vi invito a leggere questa bellissima recensione della mia amica Gabriella Parisi, blogger di gran levatura.

Una notizia molto interessante… grazie!

 

La scrittura dei bambini

La scrittura dei bambini.

Il Museo della Figurina di Modena

Approfittando del viaggio verso nord per le ferie, ho chiesto a mio marito di fare tappa a Modena per poter visitare il Museo della Figurina, nello storico palazzo Santa Margherita, e la mostra “Cammina cammina… fiabe d’Europa in figurina”, che si teneva dall’8 marzo al 14 luglio.

Il museo

Il Museo della Figurina è nato dalla passione collezionistica di Giuseppe Panini, che ha fondato l’omonima e famosa azienda nel 1961 con i fratelli Benito, Franco Cosimo e Umberto. La straordinaria e completa raccolta, realizzata con pazienza e cura nel corso degli anni, è diventata museo aziendale nel 1986 e successivamente, nel 1992, fu presa la decisione di donare la collezione al comune di Modena.

Un calendarietto pubblicitario

La raccolta è un viaggio interessante nell’immaginario collettivo non solo per la grande quantità di figurine di ogni genere, ma anche per la presenza di una grande quantità di materiale affine (stampe, scatolette di fiammiferi, cartamoneta, menù, calendarietti, album pubblicitari o personali) e da una sezione più tecnica dedicata al metodo di realizzazione delle figurine, un metodo di stampa che rivoluzionò la produzione: la cromolitografia.

Deliziosi pezzi liberty

La sezione cosiddetta degli “antecedenti”, mostra incisioni d’epoca, matrici e riproduzioni che hanno avuto influenza sul successivo sviluppo dell’iconografia, suddivise  secondo i criteri di classificazione teorizzati da Achille Bertarelli.

Per la tavola

Non manca una esauriente storia della figurina, dalla sua probabile nascita in Francia nella seconda metà dell’Ottocento alla rapida diffusione nel resto d’Europa e negli Stati Uniti d’America, proprio in virtù del soddisfacente connubio tra la cromolitografia e le esigenze della pubblicità sviluppatesi in seguito alla rivoluzione industriale. Le figurine ottocentesche consistevano in una serie di piccole stampe colorate, che venivano date in omaggio ai clienti di negozi e grandi magazzini, e in seguito anche le ditte cominciarono cominciarono a farsi realizzare immagini originali ed esclusive. In Italia una ditta in particolare, la Liebig, ha legato il proprio nome alla alle piccole stampe pubblicitarie, che divennero ben presto oggetto di collezione.

La pubblicità Liebig

La struttura del museo è così articolata: dopo il passaggio nel suggestivo “tunnel delle meraviglie”, si arriva nella vera e propria sala espositiva, in cui si trovano i grandi armadi espositori, realizzati come giganteschi album da sfogliare con i loro sportelli estraibili. Ogni armadio ha un tema particolare, autonomo ma correlato, per un totale di 2.500 pezzi dei circa 500.000 che costituiscono il vero e proprio fondo del museo.

I giornalini d’epoca

Di fronte all’esposizione permanente è collocata una vetrina di dodici metri che accoglie di volta in volta le mostre temporanee, dedicate ad argomenti sempre diversi, ognuna costituita da circa un centinaio di figurine e arricchita da proiezioni e contenuti multimediali.

Le figurine pubblicitarie dei Beatles

C’è la possibilità, per grandi e piccini, di seguire attività di laboratorio con esperti educatori per approfondire la conoscenza dei materiali e stimolare l’interesse e la curiosità di ciascuno.

Le figurine dei nostri figli

Ho estratto le notizie dal ricco depliant che ho preso all’ingresso del Museo, il quale ha chiuso i battenti per la pausa estiva e riaprirà a settembre con una nuova mostra temporanea. Le foto sono state scattate da me.

Un treno carico di… classici per ragazzi

Un treno carico di… classici per ragazzi.

Grazie alla segnalazione di In-Folio

Diffondete, scaricate e date il vostro piccolo contributo, grazie! 😀

L’importanza di leggere

Seguo sempre la pagina di NuovoeUtile che offre spunti interessanti e stuzzicanti.

Nei giorni scorsi mi sono imbattuta in questo articolo e l’ho letto con molto piacere e interesse.

Vi rimando alla pagina web da cui sono tratti i 28 punti citati nell’articolo e ve ne offro intanto qui sotto la traduzione.

Leggere è importante!

Modi creativi per incoraggiare gli studenti a leggere

  1. Ricerche sulla lettura generalmente concordano sul fatto che l’aspetto più critico della lettura sia come il bambino si sente nei confronti di essa. Un rinforzo positivo da parte di genitori e di insegnanti aiuta. I bambini hanno bisogni di sapere che nelle loro vite gli adulti tengono alla lettura.
  2. Le ricerche concordano anche sul fatto che, in molti casi, obbligare un bambino a leggere non dia risultati positivi. Alla maggior parte dei bambini non dovrebbe essere imposto di  leggere ogni giorno, specialmente se sono invogliati alla lettura per piacere.  Alcune famiglie ritengono che debbano dedicarsi alla lettura quando l’intera famiglia legge. Anche se riluttante, il bambino impara che quel momento è riservato alla lettura. Se non altro, lasciategli scegliere di leggere qualcosa di poco impegnativo.
  3. Una paghetta per i libri è una buona idea. Oltre a qualsiasi paghetta il bambino riceva, fornitegli una paghetta per i libri. Anche se sarà utilizzata per l’acquisto di un tascabile o di un settimanale, l’avete aiutato incoraggiando la lettura.
  4. Un portariviste ben assortito insieme con gli acquisti offre materiale di lettura. I genitori probabilmente tenderanno a esercitare un certo controllo sugli acquisti delle letture, ma le riviste verso le quali i vostri bambini mostrano interesse, e che voi approvate, sono un buon metodo per procurare materiale e incoraggiare la lettura.
  5. Abbonare i bambini e gli studenti  a una o più riviste è una buona idea.  La “proprietà” suscita una certa eccitazione e per molti studenti ricevere posta è molto emozionante.
  6. La lettura come modello. I bambini che vedono i loro genitori leggere spesso diventano lettori a loro volta e sono portati ad accettare che di fatto la lettura sia una sorta di attività.
  7. Se il vostro bambino è pronto, qualunque sia la sua età, non abbiate paura di leggere a voce alta. Leggere ai bambini è uno dei modi migliori per incoraggiarli alla lettura. I fratelli e le sorelle  maggiori possono leggere ai più piccini. Se il vostro bambino è troppo grande per la lettura a voce alta (qualcuno potrebbe dire che non si è mai abbastanza grandi per ciò) allora leggete di volta in volta articoli di giornale.
  8. Stabilite un posto per i loro libri nella stanza dei bambini. Il senso del possesso è importante.
  9. Pianificate regolari visite familiari in libreria anche se i vostri bambini non sembrano interessati a prendere libri.
  10. Fate conoscere a vostro figlio il bibliotecario. I bibliotecari sono ansiosi di aiutare i bambini a trovare interessanti materiali di lettura. Assicuratevi che vostro figlio conosca anche il bibliotecario della scuola.
  11. Raccomandate libri ai vostri bambini con ogni mezzo. Ditegli quali difficoltà presentino o non presentino e lasciate che decida se vuole leggerlo.
  12. Se il vostro bambino comincia un libro e non vuole finirlo, va bene. Non vi è mai successo? Un consiglio che ho sentito raccomandare è  di abbandonare il libro che non ti “cattura” entro le prime  60 pagine…  perché la vita è troppo breve. La mia soglia è inferiore alle 60 pagine.
  13. Acquistate libri per voi e fate in modo che i vostri bambini lo sappiano.
  14. Se vostro figlio decide di leggervi qualcosa, siate pazienti e lasciateglielo fare.
  15. Non tralasciate la ricerca di libri nel web. Considerate Amazon come un grande punto di partenza.
  16. Potreste scoprire che i ragazzi leggono pagine sul web.  Aiutateli a trovare pagine i cui contenuti corrispondano ai loro interessi.
  17. È importante che i bambini abbiano degli hobby o degli interessi. Aiutateli a sviluppare tali interessi e assicuratevi che abbiano o cerchino materiale di lettura sui loro interessi.
  18. Elogiate i bambini per le loro letture quando è opportuno. Per esempio, elogiate il bambino quando ha terminato un libro lungo e difficile.
  19. Quando un argomento interessante coinvolge tutta la famiglia – un viaggio imminente o una vacanza, per esempio – portate a casa dei libri sull’ argomento da condividere con la famiglia.
  20. Partecipate alle vendite di libri usati nelle biblioteche o in altri luoghi in cui si possano trovare buoni libri a poco prezzo.
  21. Discutete con il vostro bambino di qualsiasi libro stia leggendo a scuola. Leggete quei libri  voi stessi.
  22. Quando voi e il vostro bambino state facendo qualcosa insieme, fate in modo che legga le istruzioni. Parecchi modellini e costruzioni riescono meglio quando un bambino legge le istruzioni a voce alta.
  23. Discutete le idee contenute nei libri che il vostro bambino legge. A questo proposito, quando è il caso, discutete le idee dei libri che leggete voi. E sempre a questo proposito, leggete i libri che legge vostro figlio.
  24. Mettete buoni libri ovunque in giro per casa. Fate in modo che i bambini imparino che in casa i libri hanno un ruolo importante. E non limitate i libri a quelli essenziali…  Procuratevi un’ampia selezione di una vasta gamma di libri.
  25. Cercate programmi per il computer che incoraggino la lettura.
  26. Scoprite  giochi di avventura testuali … un vecchio genere di gioco per computer che abbia richiesto un sacco di lettura e di riflessione. Una ricerca nel web su “giochi di avventura testuali” dovrebbe produrre molte scelte. Controllare le pagine dei link in Creative Teaching per buoni posti in cui cercare.
  27. Fa che il tuo bambino scriva il proprio nome sui suoi libri. La proprietà è importante! Alcuni genitori suggeriscono anche ex libris o ex libris personalizzati.
  28. Aiuta il tuo bambino a praticare un hobby che non sia sportivo. Procuragli libri su quell’ hobby. Gli hobby aiutano a sviluppare la curiosità.

Ecco che cosa può fare la lettura ai vostri bambini

Per saperlo, leggete qui.

MUSLI

Nasce nel cuore di Torino il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia.

Qui il sito del museo,  un pdf che ne illustra gli obiettivi e infine il tour virtuale.

Un anno di libri per augurarvi un ottimo 2011

Vi auguro un anno di salute di serenità, in cui non manchino felici letture.
Questi 73 titoli che vi propongo hanno scandito i mesi del mio 2010, magari troverete suggestioni e curiosità per il vostro 2011 di lettori.

Gennaio
Persuasione (Jane Austen) (grazie, Pino, per avermi invogliata alla rilettura) :-))
Cornovaglia magica (Daphne du Maurier) :-))
Strane creature (Tracy Chevalier) :-))
L'apocalisse (Robert Schneider) 🙂
Come parlare di un libro senza averlo mai letto (Pierre Bayard) 🙂
Un'inquietante simmetria (Audrey Niffenegger) 🙂
Un romanzo politico (Laurence Sterne) (grazie, Maria Strofa) 🙂
Baciarsi a Manhattan (David Schickler) (grazie, Fiamma) 🙂
Sartor resartus (Thomas Carlyle) :-/

Febbraio
Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di fulmini (Rick Riordan) 🙂
A casa di Mrs. Lippincote (Elizabeth Taylor) 🙂
Il secondo grande libro dei fantasmi (autori vari) 🙂
Dopo ogni abbandono (Brunella Schisa) 🙂
I misteri della vedova Sper: Le due gemelle (Federico Daniele Albert) 😦
Donne e uomini (Richard Ford) 🙂

Marzo
La porta (Magda Szabò) (grazie, Pino per avermi fatto scoprire questa grande scrittrice) :-))
Abigail (Magda Szabò) :-))
Il mistero di Rue des Saint-Pères (Claude Izner) :-/
La ballata di Iza (Magda Szabò) :-))

Aprile
Che cosa è successo a mr. Dixon? (Ian Sansom) 🙂
Guida galattica per gli autostoppisti (Douglas Adams) (una scoperta deliziosa, irresistibile umorismo :-)))
Una storia della lettura (Alberto Manguel) 🙂
Ristorante al termine dell'universo (Douglas Adams) :-)))
La vita, l'universo e tutto quanto (Dougla Adams) :-)))

Maggio
Ipazia. Vita e sogni di una scienziata del IV secolo (Adriano Petta, Antonino Colavito)  🙂
La notte di Halloween (autori vari) 🙂
Addio, e grazie per tutto il pesce (Douglas Adams) :-)))
Praticamente innocuo (Douglas Adams) :-)))
La strada (Cormac Mc Carthy) (grazie, Pino) :-))
Affinità (Sara Waters) 🙂

Giugno
Come funzionano i romanzi (James Wood) 🙂
Io sono un gatto (Natsume Soseki) :-))
Mezzanotte nel giardino del bene e del male (John Berendt) (lo cercavo da anni!) :-))
Oscar Wilde e i delitti a lume di candela (Gyles Brandreth) :-/

Luglio
Al paese dei libri (Paul Collins) 🙂
Acqua in bocca (Andrea Camilleri-Carlo Lucarelli) :-/
Un uomo solo (Christopher Isherwood) 🙂
La maledetta (Marc Pastor) 🙂
La colpa (Elizabeth Taylor) 🙂
Zanoni (Edward Bulwer Lytton) 🙂
La libraia di Orvieto (Valentina Pattavina) 😦
Il club dei filosofi dilettanti (Alexander McCall Smith) (piacevole scoperta) :-))
E un'altra cosa… (Eoin Colfer) :-))
Racconti dell'Alhambra (Washington Irving) 🙂

Agosto
Villette (Charlotte Bronte) (introvabile, purtroppo preso in prestito in biblioteca) :-)))
L'amministratore (Anthony Trollope) (senza dubbio il mio scrittore dell'anno, grazie a Gabrilu e e a Oyrad ) :-)))
Amici, amanti, cioccolato (Alexander McCall Smith) :-))
Le torri di Barchester (Anthony Trollope) :-)))
Le lacrime della giraffa (Alexander McCall Smith) :-))
Il piacere sottile della pioggia (Alexander McCall Smith) :-))
L'uso sapiente delle buone maniere (Alexander McCall Smith) :-))
Da Haworth ad Angria (Charlotte Bronte) :-))

Settembre
Harry Hastings (Charlotte Bronte) 🙂
Un incantevole aprile (Elizabeth von Arnim) :-)))
V.V. Trappole e tradimenti (Louisa May Alcott) :-))
Troppo tardi per amare (Anthony Trollope) :-)))
I sogni perduti delle sorelle Bronte (Syrie James) :-))

Ottobre
Lettere (Charlotte, Emily e Anne Bronte) 🙂
Tutti gli uomini sono bugiardi (Albert Manguel) 🙂
Sette note sulla lettura (Marco Cavalli):-)
Quella sera dorata (Peter Cameron) :-))
Harry Potter e i doni della morte (J.K.Rawling) :-/

Novembre
La libreria del buon romanzo (Laurence Cossé) 🙂
Dark alchemy (Autori vari) 🙂
La leggenda del mostro di Limehouse (Peter Ackroyd) 🙂
Il signorino (Natsume Soseki) :-))
Morale e belle ragazze (Alexander McCall Smith) :-))
La scienza del mondo Disco (Terry Pratchett; Ian Stewart; Jack Cohen) 🙂
Il dottor Thorne (Anthony Trollope) :-)))
Il segreto della signora in nero (Anne Bronte) (introvabile, purtoppo preso in prestito in biblioteca) 🙂
Un peana per le zebre (Alexander McCall Smith) :-))

Dicembre
Il tè è sempre una soluzione (Alexander McCall Smith) :-))
Case di scrittori del New England:la guida del piromane (Clarke Brock)  :-/
A sud del confine, a a ovest del sole (Haruki Murakami)  :-))
I salici ciechi e la donna addormentata (Haruki Murakami) 🙂
Un gruppo di allegre signore (Alexander McCall Smith) :-))

Voci precedenti più vecchie Prossimi Articoli più recenti

The Victorianist: BAVS Postgraduates

British Association for Victorian Studies Postgraduate Pages, hosted by Danielle Dove (University of Surrey) and Heather Hind (University of Exeter)

Mammaoca

Fiabe integrali e poco altro. Si fa tutto per i bambini

La Fattoria dei Libri

di Flavio Troisi, scrittore e ghostwriter

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il cavaliere della rosa

Un blog orgogliosamente di nicchia: opera, ricordi e piccole manie di un improvvisato collezionista

BUTAC - Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Romanticism and Victorianism on the Net

Open access Journal devoted to British Nineteenth-Century Literature since 1996

giuseppecartablog

Tutto inizia sempre da adesso in poi

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Parole Infinite

Articoli, commenti, considerazioni su libri, film e molto altro. Una Community della parola.....

Mix&Match

Dalla provincia, con amore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

il blog di Gianmarco Veggetti

...SOTTO A CHI TOCCA...

In-Folio

Lettura Studio Editoria Traduzione

biblioragazzi

Biblioteche per ragazzi in Italia e nel mondo