Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l’acciaio

Titolo: Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l’acciaio
Autore: Kady Cross
Traduttore: Elisa Leonzio
Editore: Newton Compton, 2012
Prezzo: euro 14,90
Pagine: 315
Genere: Young Adult

20160726

Sono una grande appassionata del genere Steampunk e ho cominciato ad interessarmene perché adoro l’epoca vittoriana. Infatti nei romanzi steampunk la realtà storica dell’epoca si integra con narrazioni in cui abbondano tecnologie impossibili per il periodo in questione, in un risultato finale molto accattivante.
Ho cominciato ad accostarmi al genere leggendo la trilogia di Paul Di Filippo, il quale per primo ha utilizzato il termine nel titolo, e da quel momento in poi sono andata alla ricerca di altre opere, passando anche per i fumetti e per il cinema.
Così quando mi sono imbattuta per caso in un libro Steampunk per ragazzi, non me lo sono lasciato sfuggire.
Si tratta di Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l’acciaio (The girl in a steel corset) di Kady Cross, pseudonimo dell’autrice americana di best seller Kathryn Smith.
La vicenda si svolge nella Londra del 1897, nei giorni in cui sta per celebrarsi il sessantesimo anniversario di regno di Vittoria. La giovane Finley Jayne viene accolta ferita nella lussuosa dimora del giovane duca di Greythorne, Griffin King. Entrambi nascondono un segreto: Finley è spesso dominata da un potente lato oscuro che fa di lei una sorta di dr. Jackill e mr. Hyde mentre Griffin non è un giovane nobile dedito all’ozio, ma il capo riconosciuto di una piccola ma potente organizzazione che cerca di sventare le oscure trame del Macchinista, misterioso criminale autore di una serie di strani e per il momento incomprensibili misfatti, il cui vero senso si svelerà il giorno della festa. Sodali di Griffin sono l’intelligentissima inventrice Emily di origine irlandese, il possente Sam ( ricostruito in parte da Emily come una macchina dopo essere stato aggredito e quasi ucciso da un automa del Macchinista) e il pistolero americano Jasper Renn. Ultimo, ma non meno importante membro della compagnia è la zia di Griffin, lady Cordelia. Inizialmente Finley non si sente parte di quel nuovo e sconosciuto mondo, a causa anche della diffidenza di Sam, ma non tarda a comprendere che Griffin è in grado di aiutarla a dominare il proprio lato oscuro. A complicare le cose la scoperta di sentirsi attratta tanto da Griffin quanto da Jack Dandy, riconosciuto e temutissimo capo della nobile malavita giovanile con il quale è venuta in contatto e che non le nasconde il proprio interesse. I genitori di Griffin e di Finley avevano collaborato dopo la scoperta degli ‘organiti’ misteriosa sostanza in grado di riprodursi e di consentire una rapida e quasi miracolosa guarigione dalle ferite, prelevata in una spedizione al centro della Terra.
Ciò che Griffin e Finley scopriranno con stupore è il legame tra i misterioso Macchinista e il loro passato, mentre Sam, che non riesce a perdonare agli amici di averlo quasi trasformato in una macchina pur di salvargli la vita, rischia di mettere a repentaglio tutta l’organizzazione.
Non aggiungo altro, se non che il triangolo amoroso Finley-Griffin-Jack resta solo abbozzato a livello di flirt, così come resta in sospeso fino al termine della vicenda la competizione amorosa tra Sam e Jasper per la piccola Emily, mentre i personaggi sono tutti o più o meno ben sviluppati, a parte Jasper, che resta un po’ defilato. La vicenda è accattivante al punto giusto, con accurate descrizioni tecnologiche e una buona dose di inventiva; qualche banalità nello stile, ma non saprei se attribuirla magari a scelte di traduzione.
Questo romanzo è il primo di una serie che va sotto il nome di Steampunk Chronicles, ma i successivi non sono stati ancora tradotti in italiano e questi sono i titoli:
The girl in the clockwork collar
The girl with the iron touch
The girl with the windup heart
Fanno da corollario le vicende di alcuni dei personaggi: Finley (The strange case of Finley Jayne), Jasper (The wild adventures of Jasper Renn) e Jack (The dark discovery of Jack Dandy)

La rapina del secolo & La casa di riposo dei supereroi

Seguo da tempo con piacere la produzione per bambini e per ragazzi della casa editrice Bianconero, e in particolare i testi che fanno parte del progetto Alta leggibilità, che prevede l’uso di un font creato appositamente per favorire l’approccio alla lettura dei giovani lettori con difficoltà, pagine dai colori che non stanchino la vista, righe spezzate per seguire il ritmo della narrazione e brevi paragrafi, accortezze sintattiche e lessicali. Basilare poi il passaggio dei testi per un gruppo di lettura, composto di ragazzi, i quali evidenziano le criticità emerse e suggeriscono modifiche e miglioramenti fino a giungere a un’opera finale che soddisfi sia le esigenze del lettore che la creatività dell’autore.

Oggi vi presento una nuova collana, Minizoom, composta di testi dedicati a chi abbia imparato a leggere da poco tempo e quindi possa apprezzare storie brevi ma accattivanti, ricche di illustrazioni e di colori, che diano immediata soddisfazione al piccolo lettore e incrementino il suo senso dell’autonomia.

Entrambi i testi sono scritti e illustrati da Davide Calì, giovane fumettista, illustratore e autore per bambini. È nato in Svizzera nel 1972, ma è cresciuto in Italia e ora vive in Francia. Molto apprezzato anche all’estero, i cui lavori sono stati pubblicati in venticinque paesi e tradotti in molte lingue. Moltissimi i riconoscimenti che ha ricevuto

Per la collana Minizoom di Biancoenero, Davide Calì ha scritto e illustrato due testi. La rapina del secolo e La casa di riposo dei supereroi. Entrambi i titoli constano di 48 pagine e sono adatti a un pubblico di lettori dai 7 anni.

20160708a

20160708b

La rapina del secolo ci presenta una piccola banda di tre ladri, composta da il Furbo,( capo indiscusso di cui nessuno conosce il nome), Carlone (un omone un po’ tonto  dalle mani enormi e sempre affamato) e Luigino detto lo Svelto (nessuno è bravo come lui a sfuggire alla Polizia). Ci tengono subito a precisare di essere ladri per bene, insomma non rapinano certo le vecchiette, e stavolta il Furbo ha organizzato un colpo davvero in grande, per compiere il quale Carlone e Luigino lo seguono fiduciosi prima attraverso le fogne poi attraverso un negozio di orologi e una banca. Ma se non si fermano a portare via nulla, qual è la loro vera meta? Quando vi arriveranno, Carlone e Luigino non riusciranno a credere ai loro occhi… ma soprattutto al loro naso! E non vi dico altro perché la rapina è davvero un colpo di genio quale solo il Furbo poteva ideare… peccato ci sia di mezzo Carlone!

20160708c

20160708d

La casa di riposo dei supereroi invece ci fa entrare in punta di piedi dentro Villa Viale del Tramonto, nella quale vivono oramai tristemente uomini e donne che sono stati famosi supereroi, ma ora, troppo anziani, si sono rassegnati al riposo forzato perché gli acciacchi hanno fatto perdere loro i superpoteri. Però a Villa Viale del Tramonto c’è anche un super cattivo, il temibile Dottor Nefasto, il più cattivo dei cattivi, accolto qui perché nessuno ha mai pensato a una casa di riposo per super cattivi, che deve sopportare gli scherzi dei suoi vecchi nemici. Che tristezza! Però quando in città compare Vortice, un nuovo e temibilissimo super cattivo che neppure i nuovi super eroi sembrano in grado di sconfiggere, i nostri ex eroi della casa di riposo non esitano a rimettersi in gioco e lo sfidano con un sms. Il temibile Vortice si presenta con aria strafottente di fronte a quel gruppo di ridicoli ex supereroi, ma dovrà ricredersi quando scoprirà che, tutti insieme, possono avere la meglio su di lui, e non vi dico come… insomma, anche il perfido Vortice diventerà un ospite di Villa Viale del Tramonto, destinato a diventare la vittima preferita degli scherzi della combriccola.

20160708e

20160708f

Lolò, il Principe delle fate

Titolo: Lolò il Principe delle Fate

Autore: Magda Szabó

Traduttore: Vera Gheno

Illustratore: Donatella Espositi

Editore: Edizioni Anfora, 2005

Pagine: 194

Prezzo: euro 11,00

20160703a

È sempre una soddisfazione per me scoprire che un autore molto apprezzato si cimenti o si sia cimentato nella narrativa per ragazzi, secondo me a riprova del fatto che non si tratti, come purtroppo ancora molti ritengono, una forma minore rispetto alla narrativa adulta.

Stavolta vi parlerò di un libro per ragazzi di Magda Szabó, famosissima scrittrice ungherese, scomparsa nel 2007, autrice di romanzi che sono considerati di grande importanza nella letteratura contemporanea.

20160703b

Lolò, il Principe delle Fate (titolo originale Tündér Lala) fu scritto dalla Szabó nel 1965, ma è stato tradotto e pubblicato in Italia nel 2005. L’autrice ebbe vari problemi con il regime che vigeva nel suo paese e probabilmente questa fiaba fu per lei anche una sorta di evasione, e al tempo stesso un bellissimo regalo per i bambini e i ragazzi.

La storia in apparenza è semplice, ma si snoda ricca di personaggi e di colpi di scena che la rendono una gradevole lettura per chiunque ami le storie nelle quali la magia la fa da padrona.

Si tratta infatti della storia di un principino, Lolò, figlio della regina delle fate, il quale non è venuto al mondo come tutti i bambini, ma è il dono di un fico magico alla fata Iris, nel giorno della sua incoronazione a Regina delle Fate. Inizialmente tutto procede bene, Lolò è sveglio e intelligente e  apprende tutto con grande facilità, ma con il trascorrere degli anni il principino sente cresce il desiderio di essere un bambino del mondo reale e crea non pochi problemi alla madre e al precettore Omicron. Non gli basta la vita serena e gioiosa nel suo bel regno pieno di colori, vuole sapere e fare cose diverse da quelle di cui si occupano di solito le fate. Sa bene che oltre la porta del regno si stende la terra degli uomini, ma l’ha studiata solo sui libri e non gli basta più.

Prende così una decisione grave: beve una pozione magica che gli permette di trasformarsi in un piccolo essere umano e con le nuove sembianze, si avventura nel mondo oltre le porte incantate.

Lolò dovrà combattere contro il perfido mago Aterpater, che vuole togliere il potere alla regina Iris, e incontrerà personaggi simpatici e insoliti, come l’unicorno Gigi, la piccola Beata e suo zio Pietro, il farmacista Brill e la moglie Pomatina, il coraggioso capitano Amalfi, il ciclope Lardello.

Si snodano così lungo il libro le avventure di Lolò, in cui i due mondi, quello umano e quello fatato, si incontrano e si intrecciano, facendoci pensare che in fondo poi non siano così dissimili e lontani l’uno dall’altro.

La ricchezza narrativa e simbolica fa di questo libro una storia adatta senza dubbio anche agli adulti.

La traduzione dall’ungherese è stata fatta da Vera Gheno e qui potete leggere una sua interessante intervista sull’esperienza.

Le illustrazioni sono opera di Donatella Espositi e Magda Szabó stessa le ha condivise e approvate.

Labyrinth

Sono passati trent’anni dall’uscita nelle sale di questo film che costituisce una delle pietre miliari del cinema per ragazzi, grazie a un irripetibile mix di elementi che oggi non sarebbe poi così facile rimettere in campo.

Ho letto in proposito un interessante articolo sul trentennale del film e lo condivido qui con voi.

20160702

 

Letterelettriche Edizioni

Casa Editrice digitale - E-books store

The Victorianist: BAVS Postgraduates

British Association for Victorian Studies Postgraduate Pages, hosted by Danielle Dove (University of Surrey) and Heather Hind (University of Exeter)

Mammaoca

Fiabe integrali e poco altro. Si fa tutto per i bambini

La Fattoria dei Libri

di Flavio Troisi, scrittore e ghostwriter

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il cavaliere della rosa

Un blog orgogliosamente di nicchia: opera, ricordi e piccole manie di un improvvisato collezionista

Butac - Bufale Un Tanto Al Chilo

Bufale Un Tanto Al Chilo

Romanticism and Victorianism on the Net

Open access Journal devoted to British Nineteenth-Century Literature since 1996

giuseppecartablog

Tutto inizia sempre da adesso in poi

Iridediluce

“I libri si rispettano usandoli.” U. Eco

Parole Infinite

Articoli, commenti, considerazioni su libri, film e molto altro. Una Community della parola.....

Mix&Match

Dalla provincia, con amore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

il blog di Gianmarco Veggetti

...SOTTO A CHI TOCCA...

In-Folio

Lettura Studio Editoria Traduzione