Lo straordinario viaggio di Edward Tulane

copj13.aspTitolo: Lo straordinario viaggio di Edward Tulane
Autore: Kate DiCamillo
Traduttore: Angela Ragusa
Illustrazioni: Bagram Ibatoulline
Editore: Giunti, Firenze, 2007
Prezzo: euro 14,90

Edward Tulane è antipatico.
Pensa solo a sé stesso, ai propri eleganti vestiti e all’orologio d’oro che porta nel taschino del panciotto.
Ha un’ altissima opinione di sé e non si preoccupa degli altri.
Edward Tulane è un coniglio di porcellana “alto una novantina di centimetri dalla punta delle orecchie a quella delle zampe e aveva occhi dipinti di un azzurro acuto e penetrante” ((pag.10)Vive nell’accogliente casa di Egypt Street con la sua “padroncina” Abilene Tulane, ma non la considera certo tale, anzi, si può dire che non la consideri proprio.
Edward assiste a tutto con il massimo distacco, salvo impermalirsi se qualcuno gli manca di rispetto, come Rosie, il bulldog dei vicini che è riuscito ad azzannarlo, o come la sventata cameriera che osa “aspirapolverarlo”.Solo di una persona Edward ha soggezione: Pellegrina, la nonna di Abilane, il cui gelido sguardo lo mette a disagio.
È stata proprio Pellegrina a donare Edward ad Abilane e sa benissimo che sotto la raffinata veste, nel duro corpo di porcellana pregiata, il cuore del coniglio è chiuso a doppia mandata, come un geloso scrigno.

Ma la sorte ha in serbo brutte sorprese per l’elegante Edward dal cuore di ghiaccio.
Durante la traversata  che Abilane compie con i genitori verso Londra sulla Queen Mary, Edward finisce in mare per colpa di Amos e Martin, due pestiferi ragazzini che glielo hanno sottratto.
Infine il coniglio di porcellana toccò il fondo dell’oceano, e mentre se ne stava là, con la faccia nella melma, provò la sua prima, genuina emozione, Edward Tulane ebbe paura.” (pag.50)

Cominciano così le disgrazie ei  problemi del raffinato coniglio di porcellana, che viene fortunosamente ripescato dall’oceano solo per passare di mano in mano a persone sconosciute.
Sono esperienze dolorose per l’incertezza, la frustrazione, la paura, ma soprattutto per l’amore che Edward comincia a scoprire in alcune persone e dentro di sé.
Sembra però che la mala sorte si accanisca contro di lui e lo strappi di volta in volta dalle braccia di chi abbia provato a dargli e a chiedergli un po’ d’amore.

La tenera e vecchia Nellie, moglie del pescatore Lawrence, che non ha mai dimenticato il proprio bambino più piccolo, morto a cinque anni;

img1
il vagabondo Bull che viaggia con la fedele cagna Lucy e conosce tante canzoni tristi;

img2
il piccolo Bryce che lo sottrae a un ingrato destino di spaventapasseri e lo dona alla sua sorellina ammalata Sarah Ruth.

img3
Per ognuno di loro Edward è stato qualcuno di diverso: Susanna, Malone, Jangles.
Ma per ognuno di loro ha significato qualcosa di importante, una creatura da amare e dalla quale essere amati.

Quando l’ennesima disgrazia lo riduce con la testa a pezzi sul bancone di Lucius Clark, esperto riparatore di bambole, Edward riemerge alla vita come da un sogno e giura a sé stesso di non aprire mai più il proprio cuore  a nessuno. Ma non è così facile.

La saggia bambola centenaria che Lucius gli mette accanto dopo averla riparata, gli instilla di nuovo nel cuore la speranza.
 “…un levigato solco di speranza nel cervello. Qualcuno verrà. Qualcuno verrà anche per te.
E questo qualcuno ha le sembianze di Maggie, la piccola figlia di Abilane.

<<Maggie>> disse la donna, alzando lo sguardo dall’ombrello ancora aperto << Che cosa hai trovato?>>
<<Un coniglio>> – disse Maggie
<<Un cosa?>> – chiese la madre.
<<Un coniglio>>  ripetè Maggie <<Lo voglio>>.
<<Ricorda: oggi non dobbiamo comprare niente. Siamo venute soltanto a guardare.>> l’ammonì la donna.
<<Per piacere, signora>> insistè Lucius Clarke.
La donna si avvicinò a Maggie. Si fermò. Abbassò lo sguardo su Edward. Il coniglio si sentì assalire dalle vertigini.
(pag.189)

Abilane, accarezzando il vecchio orologio d’oro che porta al collo, non deve fare altro che chiamarlo con il suo vecchio nome e riportarlo a casa.

C’era una volta – oh, una volta meravigliosa! – un coniglio che ritrovò la strada di casa.” (Epilogo)

Kate DiCamillo è una scrittrice americana per ragazzi, nata nel 1964 a Philadelphia, ma che attualmente vive a Minneapolis. È considerata un’autore di talento nel panorama della letteratura americana per ragazzi e ha già ricevuto numerosi premi, il più recente dei quali è il Premio Cento, uno dei massimi riconoscimenti del genere, proprio quest’anno per il testo di cui vi ho parlato.

Angela Ragusa è una nota traduttrice, insignita nel 1995 del Premio Andersen-Baia delle Favole per le sue traduzioni; da alcuni anni ha affiancato all’attività di traduttrice quella di autrice per ragazzi e con “I cavalieri del vento” ha ricevuto anche lei il Premio Cento nel 2006.

Bagram Ibatoullineè nato in Russia, ma vive a Gouldsboro, in Pennsylvania, ed ha la notevole capacità di adattare il proprio stile di disegno all’opera che deve illustrare.

Letterelettriche Edizioni

Casa Editrice digitale - E-books store

The Victorianist: BAVS Postgraduates

British Association for Victorian Studies Postgraduate Pages, hosted by Danielle Dove (University of Surrey) and Heather Hind (University of Exeter)

Mammaoca

Fiabe integrali e poco altro. Si fa tutto per i bambini

La Fattoria dei Libri

di Flavio Troisi, scrittore e ghostwriter

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il cavaliere della rosa

Un blog orgogliosamente di nicchia: opera, ricordi e piccole manie di un improvvisato collezionista

Butac - Bufale Un Tanto Al Chilo

Bufale Un Tanto Al Chilo

Romanticism and Victorianism on the Net

Open access Journal devoted to British Nineteenth-Century Literature since 1996

giuseppecartablog

Tutto inizia sempre da adesso in poi

Iridediluce

“I libri si rispettano usandoli.” U. Eco

Parole Infinite

Articoli, commenti, considerazioni su libri, film e molto altro. Una Community della parola.....

Mix&Match

Dalla provincia, con amore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

il blog di Gianmarco Veggetti

...SOTTO A CHI TOCCA...

In-Folio

Lettura Studio Editoria Traduzione