Meditazioni/7

Ritorno alle mie meditazioni sui libri e sulla scrittura, mentre cucino una nuova ricetta, la cui idea mi è venuta proprio da questo post.
40.I libri pensano per me.
(da Ultimi saggi di Elia)

Charles Lamb (1775 – 1834), scrittore e saggista britannico.
200px-Charles_Lamb
41.Per me un libro é valido quando ti dà l’impressione che l’autore sarebbe crepato se non l’avesse scritto.
(dalle Lettere)

Thomas Edward Lawrence (1888 – 1935), militare, archeologo, ufficiale dei servizi segreti di Sua Maestà britannica e scrittore britannico (Lawrence d’Arabia)
200px-Lawrence d42.Felici fien quelli che presteranno orecchi alla parola dei morti: leggere le buone opere e osservarle.
Leonardo da Vinci (1452 – 1519), ingegnere, inventore, scultore, pittore, architetto italian
200px-Leonardo_self43.Un libro é uno specchìo. Se ci si guarda una scimmia, quella che compare non é evidentemente l’immagine di un apostolo.
(da Osservazioni e pensieri)

Georg Christoph Lichtenberg (1742 – 1799), fisico, filosofo e scrittore tedesco
200px-Georg_Christoph_Lichtenberg_Big44.”Non voglio mai leggere nulla.
Libri?
Ma che libri!”.
(da La nuvola in calzoni)

Vladimir Vladimirovič Majakovskij (1894 – 1930), poeta georgiano.
200px-Majakovskij.face45.La carne, ahimé, è triste e ho letto tutti i libri.
Stéphane Mallarmé (1842 – 1898), poeta francese.
200px-Mallarme46.Se aveste intera fiducia nei libri, sarebbe meglio non avere libri.
Mencio (372 a.C. – 288 a.C.), filosofo cinese
mencio

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. babilonia61
    Gen 27, 2008 @ 16:48:00

    L’eleganza del vivere in poche parole …

    Felicità

    Rino, rileggendo.

    Rispondi

  2. utente anonimo
    Gen 27, 2008 @ 18:06:00

    Ciao Annarita

    fra tutte io sposerei quella di Leonardo. Quella di Mallarmé mi è sconcertante!

    Un saluto caro

    Paolo

    Rispondi

  3. PrimoCasalini
    Feb 07, 2008 @ 21:00:00

    A me quello che dice Mencio sembra saggio. Mai fidarsi del tutto dei libri, come disse Roberto Longhi dei Carracci, che non avevano aperto il libro ma la finestra. E Mallarmé è paradossale, quando la carne è allegra (magari resa tale da un libro) è meglio chiudere il libro anche se foriero do allegria, ed andarsene, là fuori. Tanto prima o poi si torna.

    saludos
    Solimano
    Ehm… dimenticavo: mai fidarsi dei libri, d’accordo, men che meno dei blog, con i blogghieri in circolazione, e soprattutto certe blogghiere…

    Rispondi

  4. annaritav
    Feb 08, 2008 @ 08:30:00

    @ Solimano
    I tuoi commenti sono sempre molto acuti. Infatti ho cominciato a interessarmi anche a citazioni che paradossalmente sembrano metterci di fronte a una visione diversa dei libri e della lettura. Dico sembrano, perché secondo me il primo Motore resta sempre l’amor per la lettura, comunque e sempre. Buona giornata, seguirò il tuo consoglio, saggio come sempre 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il cavaliere della rosa

Un blog orgogliosamente di nicchia: opera, ricordi e piccole manie di un improvvisato collezionista

BUTAC - Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Romanticism and Victorianism on the Net

Open access Journal devoted to British Nineteenth-Century Literature since 1996

giuseppecartablog.wordpress.com/

Tutto inizia da adesso

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Parole Infinite

Articoli, commenti, considerazioni su libri, film e molto altro. Una Community della parola.....

Mix&Match

Dalla provincia, con amore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

il blog di Gianmarco Veggetti

...SOTTO A CHI TOCCA...

In-Folio

Lettura Studio Editoria Traduzione

Io e la mia città

Appunti democratici su Roma

biblioragazzi

Biblioteche per ragazzi in Italia e nel mondo

Il bandolo della matassa

Ho bisogno di manualità e di creatività, partendo dalle piccole cose. Di riscoprire materiali che sanno riscaldare, avvolgere e colorare. Ho bisogno di leggerezza, di spazi aperti e tranquillità. Di riscoprire, nella semplicità, momenti in cui lasciare andare la mente. Ho bisogno di ritrovare il "bandolo della matassa"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: