Piccoli bulli crescono

Torno sul tema del bullismo per segnalare un libro pubblicato il questo primo scorcio del nuovo anno. Si chiama Piccoli bulli crescono e l’autrice è la psicologa piemontese Anna Oliverio Ferraris, la quale ha già pubblicato numerosi libri legati alle problematiche dei bambini e dei ragazzi.

In una intervista rilasciata a Repubblica il 10 gennaio scorso, la psicologa pone l’accento sul fatto che la tecnologia oggi giochi un ruolo fondamentale nelle dinamiche del branco e del bullismo.

Il videotelefonino diventa un mezzo potente di diffusione di comportamenti deviati dietro i quali spesso si cela una forte componente di narcisismo negativo, del quale in buona parte è responsabile anche la scadente produzione televisiva che bombarda i bambini e i ragazzi. Ovviamente non è il caso di demonizzarla, sarebbe troppo comodo e troppo facile addossare tutte le colpe ai programmi della TV. Teniamo conto del fatto che gli atteggiamenti prepotenti e aggressivi nascono da carenze interne alla famiglia e anche alla scuola, quindi la prevenzione deve nascere da questi ambienti privilegiati, perché sono i principali nei quali il bambino, prima, e l’adolescente, dopo, si muovono e vengono a contatto con una realtà, purtroppo spesso fatta di atteggiamenti superficiali, di rapporti frettolosi e scarsamente gratificanti, quando non addirittura di vera e propria volenza e prevaricazione, di imperante legge del più forte.

In un post di alcuni giorni fa rammentavo a me stessa e a chi mi legge che “i bambini imparano ciò che vivono” e mai come in questi ultimi tempi mi sembra sia un’innegabile verità.

 copbt.asp

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. MariaStrofa
    Gen 27, 2007 @ 10:36:00

    Il bullismo è un fenomeno in molto rapida espansione, a quanto sembra dalle cronache – tipico di questa società.

    ciao

    Rispondi

  2. MariaStrofa
    Gen 27, 2007 @ 10:36:00

    Il bullismo è un fenomeno in molto rapida espansione, a quanto sembra dalle cronache – tipico di questa società.

    ciao

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il cavaliere della rosa

Un blog orgogliosamente di nicchia: opera, ricordi e piccole manie di un improvvisato collezionista

BUTAC - Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Romanticism and Victorianism on the Net

Open access Journal devoted to British Nineteenth-Century Literature since 1996

giuseppecartablog.wordpress.com/

Tutto inizia da adesso

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Parole Infinite

Articoli, commenti, considerazioni su libri, film e molto altro. Una Community della parola.....

Mix&Match

Dalla provincia, con amore

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

il blog di Gianmarco Veggetti

...SOTTO A CHI TOCCA...

In-Folio

Lettura Studio Editoria Traduzione

Io e la mia città

Appunti democratici su Roma

biblioragazzi

Biblioteche per ragazzi in Italia e nel mondo

Il bandolo della matassa

Ho bisogno di manualità e di creatività, partendo dalle piccole cose. Di riscoprire materiali che sanno riscaldare, avvolgere e colorare. Ho bisogno di leggerezza, di spazi aperti e tranquillità. Di riscoprire, nella semplicità, momenti in cui lasciare andare la mente. Ho bisogno di ritrovare il "bandolo della matassa"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: